×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 419

Convegni

Convegni (16)

La funzione genitoriale nelle nuove famiglie

16106034 613073502236648 540199551395827417 nCome tutti gli anni siamo pronti per la presentazione del programma di massima (comprese le garepeutiche !!!) del Convegno annuale che quest anno tratterà "La funzione genitoriale nelle nuove famiglie tra cambiamento e stabilità"

Malattie Infettive: dalle Linee Guida alla Pratica Clinica

DSC 008g0Nel corso dell'evento alcuni tra i maggiori esperti nazionali ed internazionali affronteranno in modo critico le più recenti linee guida internazionali su alcune tra le più comuni patologie tra le quali: la candidemia, l’aspergillosi, l’infezione da HCV e l’infezione da HIV, la polmonite comunitaria e associata alle cure sanitarie. Inoltre, giovani specialisti ne discuteranno l’applicazione nella pratica clinica.

CONGRESSO DI FORUMPISCINE

CongressoeSi svelano i primi nomi del ricco programma congressuale di ForumPiscine che si dividerà tra sessioni a pagamento e incontri aperti al pubblico, in parte organizzati in sinergia con Acquanetwork, ANESV – Parchi permanenti Italiani, EAA, Federterme, FIN, PoliDesign, UISP e, naturalmente, Assopiscine. Le partnership di quest’anno sono tra l’altro la conferma dell’apertura a settori collaterali, svolta decisiva per la crescita del Forum e del comparto nel suo complesso.

I relatori dell’edizione GALLERY di ForumPiscine terranno lezioni sui temi di maggiore interesse per gli operatori del composito comparto aquatic. La gestione eccellente delle piscine sarà il cuore della tavola rotonda moderata da Marco Tornatore, mentre Vincenzo Romano Spica si occuperà delle insidie della legionella con un focus sui nuovi sistemi per la prevenzione e un approfondimento sugli adempimenti minimi obbligatori. Sul palco di ForumPiscine Gallery salirà anche Giuseppe Vercelli, il maggiore esperto italiano nel campo della psicologia della prestazione, consulente di Juventus F.C e autore di modelli applicati con successo, in tutto il mondo, in campo sportivo, manageriale e organizzativo, per una general session dedicata proprio alle tecniche per migliorare le prestazioni. A essere al centro del dibattito saranno i temi legati a tecnologia, innovazione, normative e, in particolare, all’efficientamento energetico, vero e proprio fil rouge di molte sessioni e interventi di ForumPiscine Gallery 2016.

Cultura e business insieme, dunque, in uno spazio versatile e polifunzionale, che ben si presta ad accogliere anche l’inedito programma di incontri b2b tra espositori e buyer del settore, nonché le “speed presentation” delle aziende su soluzioni, tecnologie e innovazioni.

TRENTINO GRAPPA: UNA RISORSA IMPORTANTE PER L’INDOTTO TURISTICO LOCALE

beppe bertagnolliNon esiste solo il turismo del vino in Trentino. Visto che la Trentino Grappa è uno dei prodotti di punta del territorio, l’Istituto Tutela Grappa del Trentino ha cominciato a introdurre un nuovo modo per vivere il soggiorno in una delle valli: il “grappa turismo”. Scontato e inflazionato forse, ma di sicuro un concetto che già esiste e funziona da tempo visto che oltre il 30 per cento della grappa del Trentino viene commercializzata localmente, spesso in vendita diretta. E’ anche per questo che l’Istituto Tutela Grappa del Trentino, in collaborazione con l’Associazione Albergatori e Imprese Turistiche di Trento, ha promosso un ciclo di incontri con gli operatori del settore turistico per raccontare la storia e le attività di questa cooperativa di distillatori, una delle più antiche di tutto il Trentino, e per cercare al contempo di mettere a sistema i percorsi della grappa.

«Il turismo per il Trentino rappresenta una delle voci più importanti – spiega il presidente dell’Istituto, Beppe Bertagnolli – e la grappa uno dei prodotti di riferimento e più simbolici di questa terra, ecco che crediamo sia sempre più necessario cercare di creare una rete di sinergie tra i vari attori della filiera turistica, per cercare di sfruttare al meglio le nostre eccellenze, prodotti tipici tra cui la grappa, che rimandano in immediato a una precisa valle con precise caratteristiche». Per tutto il mese di aprile e maggio, vari incontri in diverse valli per spiegare agli imprenditori che operano nel turismo le varie possibilità di sinergia con l’Istituto. Da Levico ad Andalo per tornare a Trento, oltre cinque appuntamenti per fare sistema.

A fare da vademecum per il turista una guida per scoprire le distillerie associate all’interno del territorio. Trentino Grappa, questo il titolo del nuovo strumento informativo che l’Istituto di Tutela della Grappa del Trentino ha ideato per accompagnare il turista in una nuova forma di viaggio alla scoperta del distillato italiano per eccellenza, la grappa. Una pubblicazione che raccoglie le aziende socie spiegandone i prodotti in altrettante schede. «La storia, la tradizione, la geografia della grappa, è quello che abbiamo voluto raccogliere in questa pubblicazione – spiega il presidente dell’Istituto di Tutela, Beppe Bertagnolli – proprio perché anche la grappa è un volano per l’economia delle singole valli del territorio». Si potrebbe definire una sorta di “strada della grappa” che grazie alla mappa allegata alla guida porterà il visitatore alla scoperta delle 29 distillerie sparse per le varie valli della Provincia di Trento. Nella parte introduttiva della guida anche un breve vademecum su come approcciarsi alla degustazione delle grappe del Trentino, quali scegliere, come abbinarle e una curiosa parte dedicata all’uso della grappa in cucina, non solo per preparare sfiziose ricette, ma anche per proporre abbinamenti a piatti dolci e salati, rigorosamente della tradizione locale.

La produzione annua di grappa del Trentino rappresenta circa il 10% di quella nazionale, vale a dire circa 4 milioni di bottiglie equivalenti (da 70 centilitri). La produzione media annua di grappa in Trentino è di circa 10 mila ettanidri di grappa distillando, sempre in media annua,16 mila tonnellate di vinaccia. Tre le tipologie principali di grappa prodotta: quella da uve aromatiche (40% del totale), quella destinata all’invecchiamento (circa il 35%) e quella da vinacce miste (circa il 25% della produzione). Il fatturato medio annuo che la grappa genera in Trentino è calcolato intorno ai 15 milioni di euro per l’imbottigliato e 2 milioni di euro per quanto riguarda la materia prima. La quota export rappresenta circa il 20 per cento del totale.

Il progetto della Carbon Footprint del Vino Nobile di Montepulciano diventa un modello su scala nazionale

montepulciano valdichiana vignetiIl sistema che calcola l’ “impronta di carbonio” del ciclo produttivo di una bottiglia di Nobile, ovvero le emissioni di CO2 derivanti dalla realizzazione del pregiato vino a Denominazione di Origine Controllata e Garantita, è stato infatti riconosciuto da un gruppo di istituzioni ed aziende che operano ai massimi livelli nel campo della qualità e delle relative certificazioni e che abbineranno quindi il proprio nome a quello del progetto. L’idea di misurare la Carbon Footprint della DOCG di Montepulciano e di attivare una serie di pratiche per la diminuzione o la compensazione della emissioni di anidride carbonica è stata presentata in occasione dell’Anteprima del Vino Nobile 2014 dal Comune di Montepulciano (che ha finanziato il progetto), dal consorzio dei produttori e dall’Università Marconi di Roma, incaricata della realizzazione tecnico-scientifica.

Il programma, che ha ricevuto il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Siena e della Camera di Commercio provinciale, in circa un anno è passato dalla fase progettuale a quella sperimentale e, proprio con la piattaforma tecnologica pronta per essere utilizzata, gli stessi promotori lo hanno presentato a Valoritalia, uno dei leader nell’attività di controllo sui vini, e all’Unione Italiana Vini, CSQA Certificazioni e FederDOC. Gli interlocutori hanno prontamente compreso la portata rivoluzionaria del progetto, hanno espresso convincimento ed entusiasmo e, di fronte alla proposta del Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi, che lo ha offerto a costo zero, hanno aderito; stesso atteggiamento ha manifestato il Gambero Rosso, voce leader a livello internazionale nell’informazione eno-gastronomica, che ha ugualmente garantito il proprio appoggio per il “lancio” della notizia e per la relativa campagna.

“L’Amministrazione Comunale ha ritenuto di poter offrire il progetto ai nostri qualificati interlocutori – spiega il Sindaco Rossi – perchè il nostro obiettivo è fare della sostenibilità ambientale non un business ma un valore sociale. Noi vogliamo che chiunque possa partecipare alla salvaguardia dell’ambiente, a partire dalla piccole aziende che, pur dotate di grande sensibilità, non avrebbero risorse da dedicare a progetti così impegnativi. In senso più ampio riteniamo che ampliando a quanti più territori possibili concetti e metodi di difesa del territorio, il beneficio sia generale e ricada su tutti”.

“Il progetto della Carbon Footprint del Nobile si caratterizza perchè non è legato ad una singola azienda ma fa riferimento ad un intero distretto produttivo che coincide con quello del Comune” sottolinea Rossi. “La nostra esperienza, che è già in una fase avanzata, può essere considerata come un progetto-pilota, applicabile anzitutto ad altre aree ma anche ad altri settori produttivi, per esempio quello turistico, per misurarne l’impatto ambientale e porre in atto le buone pratiche che compensano le emissioni di CO2 nell’atmosfera”.

“Al gruppo che ha come riferimento Valoritalia mettiamo a disposizione la piattaforma con l’obiettivo finale di creare un marchio di garanzia della sostenibilità ambientale anche in vista della scadenza del 2020 che, attraverso il Patto dei Sindaci, impone una riduzione del 20% delle emissioni. La parte pubblica – conclude il Sindaco – non ha solo concepito il progetto, finanziato il suo avvio e propiziato la possibilità di condividerlo ma mette anche sul piatto della bilancia le “buone pratiche” (installazione di pannelli fotovoltaici, attivazione di impianti a biomasse etc.) che producono energia pulita da fonti rinnovabili”. L’intesa raggiunta tra il distretto del Nobile e gli importanti partner si tradurrà anzitutto in una presentazione a livello nazionale del progetto che si svolgerà a Montepulciano.

III MEETING SNO TOSCANA 2015

4553Il III Meeting SNO della Toscana, si svolgerà a Prato dal 27 al 28 marzo 2015 e costituirà una ulteriore occasione di confronto e di scambio di informazioni scientifiche ed organizzative per tutto il variegato mondo professionale di neurologi, neurochirurghi e neuroradiologi. La SNO della Toscana vuole essere il punto di incontro delle neuroscienze che producono assistenza e ricerca, nell’ambito ospedaliero, ma anche nel setting ambulatoriale e territoriale. Per rendere tutti questi contenuti attuali e per dare nuova linfa alle neuroscienze toscane il III Meeting SNO 2015 si svilupperà dando spazio alle nuove generazioni, protagoniste delle relazioni che si terranno nelle diverse sessioni, trattando l’attualità e le prospettive dei principali temi neurologici (epilessie, sclerosi multipla, disturbi del movimento, ictus), neurochirurgici e neuroradiologici.

Come nelle edizioni precedenti agli argomenti più prettamente scientifici si affiancheranno gli aspetti legati alle politiche sanitarie finalizzate alla gestione dei servizi ospedalieri e territoriali. Una tavola rotonda dedicata a queste tematiche analizzerà l’epidemiologia, l’offerta assistenziale ed i modelli organizzativi. In sintesi il Meeting rappresenta uno spazio all’interno del quale cercheremo di sottolineare come le neuroscienze toscane vogliano conoscersi, stare al passo coi tempi e rinnovarsi. Con l’auspicio di offrirti un’occasione che susciti interesse e partecipazione ci auguriamo di averti nostro gradito ospite nella città di Prato. Argomenti del congresso:Epilessia, sclerosi multipla, malattia di parkison ed ictus. Tematiche neuroradiologiche e neurochirurgiche. Neuroscienze e servizi sanitari toscani. La rete delle neuroscienze toscane. Sessione poster e comunicazioni scientifiche.

Informazioni
Data:27/03/2015 - 28/03/2015
Comune:PRATO
Azienda/Ente formativo:More Comunicazione srl
Luogo di svolgimento:PIN - Polo Universitario Città di Prato
Indirizzo:Piazza Giovanni Ciardi, 25
Crediti assegnati:15
Durata del corso (in ore):15
Quota di partecipazione:50 €
Responsabile scientifico:Pasquale Palumbo
Qualifica:Direttore U.O. Neurologia Nuovo Ospedale di Prato ASL N.4 di Prato

MASSA2015 - Convegno della Divisione di Spettrometria di Massa

MASSA2015 1MASSA 2015 è una conferenza annuale dedicata alla spettrometria di massa e le sue applicazioni in diversi campi. Organizzato in conferenze plenarie, comunicazioni orali e poster, la conferenza è un'occasione utile per aggiornare sugli sviluppi e la rapida evoluzione della spettrometria di massa in applicazioni, metodologie, strumentazioni e innovazioni. MASSA 2015 è una buona occasione per collegare le esigenze industriali e le conoscenze accademiche e promuovere incontro, discussione e di cooperazione tra gli scienziati provenienti da istituzioni pubbliche e private, università, ospedali, industrie, istituti di controllo e di ricerca,provenienti da diversi paesi.

 Organizzazione: Div. Spettrometria di Massa - Ist. Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna

Luogo: Alghero Dal: 10 Giugno, 2015 Al: 12 Giugno, 2015

Link Congresso: http://www.spettrometriadimassa.it/Congressi/MASSA2015/

1 MS WineDay

bicchiere-di-vinoIl 1 MS WineDay inaugura la serie di conferenze dedicate alle applicazioni di spettrometria di massa nello studio di vino, uva e distillati. Il suo scopo è quello di riunire specialisti di aziende, produttori, università, istituzioni pubbliche e private di ricerca e controllo, per definire lo stato dell'arte, la strumentazione, le metodologie, le applicazioni e le innovazioni per quanto riguarda l'uso di MS in enologia. L'atmosfera informale e il programma sociale, con degustazione di vini guidata e visita cantina, garantirà contatti ampi e interazioni tra i partecipanti.

Informazioni
Organizzazione: Div. Spettrometria di Massa - Cantine Ruffino
Luogo: Cantine Ruffino, Bagno a Ripoli (FI)
Dal 16 Aprile 2015
Al 17 Aprile, 2015

L’impiantistica per i climi estremi: tecnologie per i nuovi mercati della climatizzazione

climaIl 16 aprile 2015 a Padova, AiCARR organizza il tradizionale convegno, tra i più attesi ogni anno da parte dei professionisti di settore, dal titolo “L’impiantistica per i climi estremi: tecnologie per i nuovi mercati della climatizzazione”. Il meeting si focalizzerà sulle tecnologie per la climatizzazione impiegabili in zone climatiche particolarmente fredde o calde, che, oltre a rappresentare senza dubbio interessanti mercati per il settore del riscaldamento e raffreddamento, al tempo stesso esigono determinate soluzioni progettuali e impiantistiche. In certi paesi e continenti, infatti, particolari condizioni climatiche comportano determinati fabbisogni energetici, problematiche tecniche, logistiche ed organizzative per l’installazione di impianti di climatizzazione. Come di consueto, coloro che volessero intervenire al Convegno, proponendo proprie esperienze e realizzazioni, sono invitati a inviare l’abstract entro il 21 novembre 2014.

  • 0
  • Pubblicato in Convegni
  • Scritto da

XIII Congresso Nazionale SIPREC

4553Dal 12 al 14 Marzo 2015 si svolgerà infatti presso l'Hotel Excelsior di Napoli la 13° Edizione del Congresso Nazionale della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare. Opinion Leader nazionali e internazionali si confronteranno sulle tematiche più attuali e interdisciplinari legate alla Prevenzione Cardiovascolare, rendendo il Convegno un appuntamento fisso e imperdibile per tutti i professionisti sanitari.

Data:12/03/2015 - 14/03/2015
Comune:Napoli
Azienda/Ente formativo:Aristea Education
Luogo di svolgimento:Hotel Excelsior
Indirizzo:Via Partenope, 48, 80121 Napoli
Crediti assegnati:8
Durata del corso (in ore):12
Quota di partecipazione:488 €
  • 0
  • Pubblicato in Convegni
  • Scritto da
Sottoscrivi questo feed RSS
Bingo sites http://gbetting.co.uk/bingo with sign up bonuses